lunedì 9 giugno 2014

La mafia è presente in tutta la filiera agroalimentare

(1)1

Il giornalista fidentino della Rai Luca Ponzi e la collega di “Il Sole 24 Ore” Mara Monti ricostruiscono i traffici illeciti legati ai prodotti alimentari che ogni giorno finiscono sulle nostre tavole. È la storia del libro “Cibo criminale. Il nuovo business della mafia italiana”.
I simboli del Made in Italy, come la mozzarella campana ricavata in realtà da cagliate provenienti dalla Germania o il concentrato di pomodoro cinese, sono il nuovo affare di quella che oggi viene chiamata agromafia. “Bisogna fare attenzione anche in vista di un appuntamento legato all’alimentare come Expo 2015″ ha affermato Ponzi, secondo il quale “serve un cambiamento sul piano culturale: siamo disposti a spendere 600 euro per il modello nuovo del telefonino e non ci preoccupiamo di ciò che mangiamo”.
Ponzi è intervenuto questa mattina al Colombini. Al suo fianco, per parlare con gli studenti, anche il presidente di Coldiretti Luigi Bisi.



Da:

 “La mafia è presente in tutta la filiera agroalimentare”





Nessun commento: