giovedì 26 aprile 2012

Aura Chierici, moglie di Carlo Rombaldi, in procura con un libro in mano











La vedova in procura con un libro dedicato al caso
GIOVEDÌ 26 APRILE 2012 GAZZETTA DI REGGIO



Aura Chierici, moglie di Carlo Rombaldi, non ha mai smesso di spingere le indagini, nella speranza di avere una svolta, di poter cominciare a capire chi ha ucciso suo marito.
Di recente si è recata in procura, ha voluto incontrare il procuratore capo Giorgio Grandinetti e a supporto della sua battaglia ha portato il libro “Mostri normali” scritto dal giornalista della Rai Luca Ponzi ed edito da Mursia: un volume che entra nel vivo di dieci storie di morte rimaste un mistero nella nostra regione, fra cui appunto il caso Rombaldi. "C’è un elemento sul quale tutti concordano quando si parla di vecchi omicidi – scrive nell’introduzione il giornalista televisivo – con il trascorrere del tempo, la domanda più pressante da parte dei familiari delle vittime non è “chi?”. La domanda è “perché”.
Si arriva a tormentarsi per cercare una ragione che renda potabile il dolore, che faccia apparire meno stonata quell’ultima strofa a coloro che hanno ancora nelle orecchie il suono dolce della melodia". Ponzi ha approfondito il delitto del medico reggiano e ha fatto sue le parole della vedova: "Non so ancora cosa dire ai miei figli: sono soprattutto loro ad avere diritto ad una spiegazione". 
Parole certamente ascoltate anche dal procuratore Grandinetti in quell’incontro in procura. (t.s.)

Nessun commento: